IL CONTRATTO DI LIVELLO A SAN FELICE CIRCEO : QUALCHE SPUNTO DI RIFLESSIONE

COS'E' IL DIRITTO DI LIVELLO E COME SI DISTINGUE DALL'ENFITEUSI?

A CHI SPETTA L'ONERE DELLA PROVA DELLA SUA ESISTENZA E VALIDITA'?

E' POSSIBILE CHE IL DIRITTO DI LIVELLO SI ESTINGUA NEL TEMPO PER MANCATO ESERCIZIO?

per qualche spunto di riflessione, si veda l'articolo pubblicato sul numero di ottobre 2016 del bimestrale "Centro Storico San Felice Circeo" a cura del prof. avv. Ugo Petronio e dell'avv. Elena Provenzani

 

 

CORTE DI GIUSTIZIA UE 14 LUGLIO 2016 CAUSE RIUNITE C-458/14 E C-67/15

Sulla compatibilità della proroga automatica delle concessioni di beni demaniali marittimi, lacuali e fluviali di rilevanza economica col diritto dell’Unione europea.

si richiama l'articolo pubblicato sulla newsletter 29 del progetto Diritto dei trasporti e della Navigazione curato dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma 

IRRILEVANZA DEI PRINCIPI ESPRESSI DALLA CORTE DI GIUSTIZIA n. 458/14DEL 14 LUGLIO 2016 SULLA PROROGA AL 2020 DELLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME

Tar Catania, ordinanza n. 564 del 20 luglio 2016

il Tar Catania, con l'ordinanza in epigrafe, ha ritenuto legittima la proroga al 31.12.2020 delle concessioni demaniali marittime con finalità turistiche ricreative, ritenendo che nei confronti di detta proroga non ostano i principi affermati dalla nota sentenza della Corte di Giustizia, sez. V, 14 luglio 2016, n.458/14.

La pronuncia, pur se espressa a definizione della fase sommaria del relativo giudizio, per la cui definizione sarà necessario attendere l'udienza di merito fissata al 4 ottobre 2017, rappresenta un segnale significativo a tutela delle imprese balneari.

 

 

 

APPROVATA LA NORMA TRANSITORIA A TUTELA DELLE IMPRESE BALNEARI

Con l'emendamento approvato dalla Commissione Bilancio della Camera, presentato dal relatore Antonio Misiani, viene garantita la validità delle concessioni in essere fino a che non verrà alla luce la riforma organica della materia del demanio marittimo.

Con la stessa norma, sopprimendo il termine del 30 settembre 2016, vengono garantite anche circa trecento imprese pertinenziali, che rischiavano la decadenza del rapporto concessorio per manato pagamento dei canoni concessori

Art.24 Decreto legge Enti Locali 2016

3-quater. Nelle more della revisione e del riordino della materia in conformità ai princìpi di derivazione europea per garantire certezza alle situazioni giuridiche in atto e assicurare l'interesse pubblico all'ordinata gestione del demanio senza soluzione di continuità, conservano validità i rapporti già instaurati e pendenti in base all'articolo 1, comma 18, del decreto-legge 30 dicembre 2009, n. 194, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 2010, n. 25.

3-quinquies. All'articolo 1, comma 484, primo periodo, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, le parole: «alla data del 30 settembre 2016, entro la quale si provvede» e le parole: «il rilascio» sono soppresse.

Il decreto Enti Locali sarà oggi sottoposto al voto di fiducia . Vedi link

Links


demanio

Ministero-per-i-beni-e-le-attivita-culturali

ministero del lavoro

 

ministero dei trasporti

 

 logoSiae 0